Vicini di casa fastidiosi

È un problema davvero diffuso?

Nessuno può negare che la tranquillità e la serenità nella propria casa è importantissima; oltre che sul luogo di lavoro, trascorriamo, infatti, la maggior parte del nostro tempo nella nostra casa e, a meno di non aver la possibilità e la fortuna di abitare in una casa indipendente, dobbiamo per forza di cose relazionarci con i nostri vicini.

E a tal proposito: alzi la mano chi di noi non ha mai avuto un vicino rumoroso o (più in generale) fastidioso, dedito a fare saltare i nervi e togliere il sonno a colpi di rumore? Tutti ne abbiamo avuto almeno uno. Nessuno sfugge a questo tipo di stress “da vicinato” soprattutto chi vive in grandi città; l’arma più efficace resta la più rara: un po’ di buona educazione, che però, purtroppo, spesso manca. E in questi casi il grande interrogativo è: come fare a difendersi da un vicino molesto?

condominio rumori molesti e liti

Perché riteniamo alcuni vicini di casa fastidiosi e insopportabili?

Ma prima ancora di parlare di come comportarsi in queste situazioni, è molto interessante cercare di capire quali sono i motivi per i quali si litiga di più e abbiamo quindi provato a individuare le principali cause di contrasti e litigi tra vicini di casa ed è sicuramente emerso che la casistica è molto molto varia. Si possono comunque definire due macro-cause:

  1. Animali Domestici
    Una delle cause principale di litigi e discussioni con i vicini sono proprio gli animali. Cani e gatti rappresentano il principale motivo del contendere, gli uccelli canterini sono, invece, ben più tollerati. I cani risultano spesso fastidiosi con il loro abbaiare notturno o perché sporcano scale, ascensori e giardini (ma in questo caso la responsabilità sarebbe da attribuire più che altro ai loro padroni). I gatti, invece, sono più discreti ma suscitano ugualmente dissapori e lamentele.
  2. Rumori Molesti
    La prima causa di litigi e discussioni è quella legata a rumori e suoni che infastidiscono e disturbano il sonno e la quiete, anche in orari e momenti in cui sarebbe buona norma evitare. Tra questo tipo di rumori e situazioni spiccano le seguenti:

    1. il calpestio che proviene dal piano superiore (in particolare legato al rumore delle scarpe coi tacchi in ore notturne)
    2. discussioni a voce alta e grida
    3. alto volume della televisione o della musica
    4. lavatrici troppo rumorose
    5. uso del trapano o del tagliaerba di prima mattina
    6. odori molesti
    7. comportamenti poco educati sul balcone (ricevere sulla testa le briciole del vicino che sbatte la tovaglia o l’acqua delle sue piante)

come-difendersi-dai-vicini

Come difendersi dai vicini fastidiosi e insopportabili???

A) VALUTARE LA SITUAZIONE

Abbiamo visto che il problema relativo alle relazioni con il vicinato è molto diffuso e comune, ma difendersi può non essere così complicato come sembra. Ma, prima di chiedervi come risolvere il problema e di intraprendere qualsiasi genere di azione è necessario che dedichiate qualche minuto a raccogliere i pensieri e valutare al meglio la situazione. Chiedetevi:

  • Quanto ciò mi reca disturbo?
  • È un problema occasionale o frequente?
  • In che modo si ripercuote su di voi?
  • Come vorrei risolvere il problema?
  • Quali azioni specifiche desidero intraprendere?

In questo modo saprete essere più obiettivi e coscienziosi nell’analisi della situazione in cui vi trovate. Una volta fatto ciò, se emerge che il problema è serio, reale e concreto, potrete passare allo step successivo.

B) PARLATE CORDIALMENTE CON IL VOSTRO VICINO

Stare in silenzio e subire di sicuro non vi porterà a nulla, quindi cercate di affrontare la questione con le persone interessate in modo cordiale e con estrema educazione. Provate a considerare l’ipotesi che i vostri vicini potrebbero addirittura non sapere di darvi fastidio e arrecarvi disturbo, quindi di solito è meglio iniziare in modo educato.

Siate cortesi ed educati. Esponete la situazione limitandovi ai fatti e evitando giudizi o commenti che potrebbero infastidirlo.
Accennate in particolare al risultato che vorreste ottenere.
Suggerisci un’alternativa o un compromesso. Potrebbe magari utilizzare le cuffie? Potrebbe limitare il rumore prima o dopo determinati orari nell’arco della giornata?
Tenete a mente sempre la vostra sicurezza. Se sei assolutamente preoccupato per la tua sicurezza o non conosci i tuoi vicini, porta con te un amico o un vicino. Allontanati se ti senti in qualche modo minacciato.

Molto spesso le buone maniere non sono sufficienti, e magari oltre ad essere rumoroso il vostro vicino è anche maleducato e quindi ogni reclamo per metterlo in riga risulta inutile (bussare e chiedere cortesemente di abbassare il volume della TV o di prestare più attenzione al proprio cane, non sortisce alcun effetto). A tal punto il consiglio è quello di prendere altre strade.

C) SCRIVETE UNA LETTERA

Se il problema persiste, provate a scrivere una lettera ben più formale e distaccata al vicino; questa dovrebbe essere un modo chiaro ed efficace per comunicare le vostre lamentele e avvertirlo che siete decisamente seri in ciò che dite.
Prendetevi del tempo per scrivere la lettera. Siate un po’ più duri di quanto siete stati a parole, ma sempre educato e attenetevi ai fatti.

D) NON LASCIATEVI TRASCINARE DAL VORTICE DEI DISPETTI

Non cedere alla tentazione di rispondere al disturbo e alla maleducazione del vicino con gli stessi mezzi o rischiate di innescare un meccanismo dal quale non è più possibile uscire. Inoltre, in tal caso vi abbassereste al suo livello non dimostrandovi più rispettosi ed educati del vicino che vi permettete di criticare e non otterreste in ogni caso alcun risultato. Fidatevi! Quindi evitate assolutamente!

E) NIENTE MINACCE E… PRENDETE PROVVEDIMENTI PIÙ SERI

Se dopo tutto ciò che avete la situazione rimane uguale a quella di partenza non vi resta altra scelta che prendere provvedimenti più seri, quali rivolgervi all’amministratore di condominio o al sindaco o, nei casi più gravi, alle forze dell’ordine o ad un avvocato.

Quindi?

Provate sempre a risolvere le questioni con le buone e ricordate che anche se molto spesso la questione è regolata dalla legge, rivolgendovi a un avvocato andrete incontro ai tempi biblici del processo e ad alti costi anche a livello economico; dunque, se possibile, cercate in ogni modo di evitare di arrivare a quel punto anche seguendo i consigli di questa guida e fateci sapere come è andata.

Condividi:

24 Comments

  1. Luca 13 febbraio 2015
    • Nippy Tips 13 febbraio 2015
  2. Noemi 17 maggio 2015
  3. Gianfranco 9 ottobre 2015
  4. gianna 28 dicembre 2015
  5. domenico tessitore 19 gennaio 2016
    • Pina 25 gennaio 2017
  6. angela 18 febbraio 2016
    • _Fra_ 18 febbraio 2016
      • angela 19 febbraio 2016
  7. GIUSEPPE 12 luglio 2016
  8. Luca 16 ottobre 2016
    • Ferdinando 25 novembre 2016
      • Maria 26 marzo 2017
    • m a 4 giugno 2017
    • Flora 21 giugno 2017
    • Michela 3 agosto 2017
    • Antonio 30 agosto 2017
  9. Giulio%8% 3 aprile 2017
  10. SmartiS 27 aprile 2017
  11. Giovanna 7 maggio 2017
  12. Frank 22 maggio 2017
  13. caudino 6 luglio 2017
  14. anonimamente 22 agosto 2017

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php